Una festa dei nonni speciale

Alla mia nonna Vaniglia, ti porto nel cuore.

Quanto mi manca la mia nonna. Questa qui sotto sono io con lei nel suo giardino, la festa dei nonni ancora non esisteva.

A006
Io tra le braccia di nonna Vaniglia

Quest’anno tocca ad un’altra generazione godersi la festa. L’asilo nido dove portiamo nostro figlio ha organizzato nel pomeriggio dei lavoretti per bimbi e nonni, per poi premiare tutti con una bella fetta di torta. L’anno scorso era decisamente troppo piccolo per partecipare in modo attivo, aveva meno di un mese, invece quest’anno è tutto un mix di sorrisi e ciao ciao con la manina! Che spasso! Mamma e papà aspettano fuori, un pochino gelosi per aver dovuto cedere ai nonni questo prezioso pomeriggio, ma anche felici di ritrovarsi mano nella mano e andare a mangiare una mega coppa di gelato come quando erano fidanzati. Con un chilo di panna montata.

Visto l’inizio dell’autunno, le nonne si sono potute cimentare nella creazione di un bellissimo centrotavola ricco di foglie, corteccia e pigne, che potranno poi portare a casa (una volta asciugata la colla, meglio metterne a litri che non si sa mai!) per ricordare le ore passate insieme.

IMG-20171002-WA0006
Uno dei due centrotavola realizzati dalle nonne

Il nonno non si sporca le mani, ma documenta tutto con milioni di foto che invia a mamma e papà, così si mangiano il gelato tranquilli.

Questi nonni. Fa strano vedere i propri genitori diventare nonni. Il salto tra una generazione e l’altra è proprio qui che lo noti, quando non sei più solo figlio, ma diventi genitore anche tu. Noi siamo chiamati a educare i nostri bimbi nel modo che riteniamo più giusto, e per farlo partiamo dall’unico modello che conosciamo, quello dei nostri genitori. Da questo prenderemo gli aspetti positivi e cambieremo, senza giudicare, quello che invece ci piace di meno e si allontana dal nostro percorso di genitorialità. La figura dei nonni si incastra alla perfezione in questo modello solo se rispetta lo spazio dei propri figli, ne riconosce il ruolo di genitori e non impone le proprie scelte e i propri metodi. Io trovo che non sia sempre così facile andare d’accordo e mi chiedo dove stia il compromesso, una giusta misura, il confine tra un consiglio e una pretesa.

E poi viene il giorno della festa dei nonni. E istantaneamente loro tornano bambini e si mettono a giocare con il frugoletto tanto amato. Trovo giusto celebrarli questi nonni, perché quando eri piccolo tu, e stavi con la nonna, loro andavano a lavorare. Stamattina ho portato il piccolo il nido e uscendo ne ho incrociato uno, bimbo in un braccio, pacco di pannolini nell’altro, che accompagnava orgoglioso e felice il suo nipotino. Mi ha salutato con un sorriso, probabilmente la routine era quella di sempre, di un giorno come un altro, ma in fondo per lui, come per gli altri nonni, era la sua giornata, una giornata speciale.

Auguri nonni!

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...