Come creare un budget efficace in poche semplici mosse

Come mamma, sento la responsabilità di essere sempre d’esempio a mio figlio. Credo che sia questa la chiave, piuttosto che un’educazione impartita dall’alto e fatta di regole. Contestualmente, come donna, sento il bisogno di continuare il percorso di crescita personale intrapreso cercando di mettere una maggiore consapevolezza in tutto quello che faccio. Ho parlato qui degli obiettivi per il nuovo anno: ho iniziato a fare meditazione, una pratica che mi piace molto e inizio già a sentirne i benefici, ho ripreso con lo yoga e devo proprio dire che insieme a Chri è molto divertente (e mi sta insegnando a lasciare andare e a ridere di più), ma parlando di aspetti meno spirituali e più concreti, sto cercando di mettere maggiore consapevolezza anche nella gestione delle finanze casalinghe. Avevo iniziato nel Giugno 2017 ascoltando il podcast di Dave Ramsey. Lo conoscete? Ne ho sentito parlare da una ragazza americana che seguendo il suo metodo si era liberata in pochi anni del debito conseguito per le tasse universitarie e ne era entusiasta. Il suo motto è questo:

Live like no one else to live like no one else. – Dave Ramsey
(Vivi come nessun’altro per vivere come nessun’altro)

Ho iniziato subito a leggere gli articoli sul suo sito, imparando pian piano come attuare (e adattare alla mia realtà) il suo metodo dei 7 Baby Steps verso una vita senza debiti, vi ho messo il link per poter andare a dare un’occhiata voi stesse.

Tutto inizia dal budget, lo strumento principe per conseguire i propri obiettivi finanziari. Io credo molto in questo strumento, per me è stato fondamentale per dare una scossa alla mia vita e continua ad esserlo poiché mi permette di avere la prova tangibile dell’avvicinarsi degli obiettivi economici che mi sono posta. Qualsiasi cosa tu intenda fare con i soldi che risparmierai, ti invito a continuare la lettura fino alla fine e a non farti scoraggiare se ti sembra una questione complicata. Non lo è affatto!

Per essere efficace un budget deve essere avere come risultato uno zero (la traduzione in italiano purtroppo non è elegante come il corrispondente termine inglese “zero-based budgeting”). Si tratta di un concetto molto semplice, le tue entrate meno le tue uscite devono darti come differenza uno zero. Nelle uscite però non vengono considerate solo le classiche spese, ma anche i risparmi e le donazioni. Impostando in questo modo un budget mensile, ti dovrai assicurare soltanto che le spese effettuate nel mese corrispondano effettivamente a quelle che hai previsto. Ipotizziamo che guadagni 1000€ al mese: vuoi che la somma di tutto quello che spendi, risparmi, doni o investi sia pari a 1000€. In questo modo sai esattamente dove ognuno dei tuoi preziosissimi euro sta andando. È molto importante che ogni euro abbia una destinazione specifica, che sia una spesa o che si tratti di euro risparmiati, perché non puoi perseguire degli obiettivi economici concreti se non conosci esattamente dove stai mettendo ogni tuo euro. Non è affatto piacevole arrivare a fine mese e non avere idea di dove sia finito il proprio denaro, ma è proprio quello che potrebbe accadere se non lo gestisci intenzionalmente.

Quando preparare un budget?

Ti consiglio di iniziare ad impostare il budget mensile qualche giorno prima che il mese inizi. Io tipicamente mi ritaglio un po’ di tempo un giorno qualsiasi durante l’ultima settimana del mese per fare il punto sul mese successivo.

Come preparare un budget a base zero?

  • Iniziamo dalle entrate

Entriamo nel pratico. Puoi farlo alla vecchia maniera, con un semplice foglio di carta, o puoi impostare un foglio di calcolo sul computer. Scegli pure il metodo che ritieni più comodo! Assicurati di considerare tutte le tue entrate: stipendio, entrate occasionali, contributi di enti pubblici, donazioni ricevute, denaro ricavato dalla vendita di qualche oggetto di cui ti sei liberata. Se si tratta di denaro ed entra nel tuo portafogli o nel conto bancario, allora si tratta di un’entrata. Assicurati di scrivere tutto e aggiungilo alla prima sezione del budget. Se all’inizio del mese ancora non sai esattamente a quanto ammonteranno le entrate non ti preoccupare, fai una stima il più verosimile possibile, potrai sempre correggere questa voce nel corso del mese quando avrai il dato esatto.

  • Non dimenticare di inserire le categorie di risparmio e donazioni!

Sono anni che registro tutte le mie spese, ma per me è stata una novità mettere nero su bianco le somme che risparmio o dono. Non l’avevo mai fatto e ho iniziato nel giugno 2017. Si tratta di una parte fondamentale di questo tipo di budget e proprio per questo funziona! Il denaro che intendi risparmiare non è questione di matematica (tipicamente, quello che rimane dopo che hai sottratto le uscite dalle entrate) ma è una questione di priorità, e lo stesso è per le donazioni. Se non metti risparmio e donazioni tra le tue priorità all’inizio del tuo budget ci sono buone probabilità che non lo diventeranno durante il mese e che non risparmierai quanto avresti voluto. Anche qui, inizia con una stima di quanto desidereresti risparmiare e durante il mese correggi il dato se serve. Vedrai che con il passare dei mesi le tue stime si avvicineranno sempre di più alla realtà e diventerà tutto più semplice.

  • Scrivi le tue spese mensili

Prima che inizi il mese, scrivi tutte le spese che dovrai affrontare. Spese come mutuo o affitto, generi alimentari, abbonamenti telefonici e tv, tutto deve essere inserito nella lista. So bene che non puoi prevederle tutte, il guasto all’auto o la rottura della lavatrice possono capitare quando meno te lo aspetti, ma qui entriamo in un altro capitolo, la gestione delle emergenze (puoi farti trovare comunque preparata risparmiando per costituire un piccolo fondo emergenze, ne parlerò in uno dei prossimi post). Assicurati di iniziare il tuo budget partendo da quattro cose che non devono mai mancare: cibo, casa e utenze, vestiario di base e trasporti. Quando queste quattro cose essenziali saranno coperte, continua elencando il resto delle spese mensili. I tuoi bisogni cambieranno mese dopo mese quindi dovrai ogni volta preparare nuovamente il budget, ma non devi sentirti sopraffatta: poni la tua attenzione solo un mese alla volta!

  • Pianifica le tue spese stagionali

Pensa un attimo soltanto a tutto il calendario. Quali spese importanti arriveranno che puoi iniziare a pianificare? Sto parlando del Natale, delle vacanze estive oppure anche dell’assicurazione della macchina. Spese che capitano ogni anno nello stesso periodo, perciò non ha senso farsi sorprendere! Per non farti trovare impreparata inizia a  risparmiare piccole porzioni dell’intera somma con qualche mese di anticipo.

  • Sottrai le spese dalle entrate per arrivare a zero

Vogliamo che questo numero diventi zero, ma può volerci un po’ di pratica. Datti tempo e non ti preoccupare se entrate e uscite non si bilanciano perfettamente al primo tentativo. Significa soltanto che devi fare qualcosa per abbassare le uscite o alzare le entrate, o entrambe le cose. E ricordati di tenere conto anche dei risparmi tra le uscite! Tieni duro, l’impegno che stai dedicando per mettere nero su bianco le spese ti permetterà in futuro di spendere senza avere rimpianti e preoccupazioni. Se stai spendendo più di quanto entra, taglia qualche voce sul budget in modo tale che entrate e uscite equivalgano a zero. Per tagliare le spese prova a sostituire prodotti di marca con quelli del supermercato, utilizza i coupon, rinuncia all’abbonamento tv, al caffè al bar o cerca di raggiungere il lavoro dividendo l’auto con qualcuno. Non ti sto certo dicendo di rinunciare a vivere, ma di imparare a ragionare per priorità! Se ci sono cose a cui ora senti di non poter rinunciare chiediti bene se siano realmente fondamentali, solo tu puoi definire quanto vuoi spendere e quanto risparmiare. Io credo che di questi tempi siamo tutti un po’ vittime del consumismo, è talmente diventato parte di noi che non ce ne rendiamo più conto. Mettere le spese nero su bianco aiuta anche in questo senso, io sono riuscita a dare un taglio netto alle spese superflue (che prima non consideravo affatto tali!) senza rimpianti. Invece, se intendi aumentare le entrate inizia a pensare a un secondo lavoro o vendi qualcosa che non utilizzi più.

Se riempi ogni riga del tuo budget e ti rimangono 100€ non destinati a nessuna categoria, in realtà non hai davvero ancora finito! DEVI assegnare quei 100€ a qualcosa. A quale categoria dipende da te (un suggerimento: ai risparmi!). Ma se non gli assegnerai una destinazione, molto probabilmente finirai per spenderli, e inizierai a chiederti dove sono finiti quei 100€… e nessuno vuole deliberatamente perdere 100€!

Il punto fondamentale è proprio questo, ogni euro deve avere una destinazione: un budget basato sullo zero non significa che avrai zero euro nel tuo conto in banca alla fine del mese (ci mancherebbe che ti consigliassi una cosa del genere, anzi!) – significa solo che non ci saranno euro residui nel budget perché saprai esattamente dove è finito ogni euro che hai guadagnato.

  • Tieni traccia delle tue spese

Tutto quello che ti rimane da fare è tracciare le tue spese nel mese. Probabilmente è l’aspetto più noioso ma è l’unico modo per sapere se le tue spese sono allineate a quello che hai previsto nel tuo piano. Solo così inizierai a risparmiare, raggiungendo gli obiettivi che ti eri prefissa. Nemmeno a me piace questa parte, proprio per questo registro le spese su un’agenda man mano, senza aspettare di avere a fine mese un mucchio di scontrini da spulciare, solo l’idea mi farebbe passare la voglia!

Perché è così importante?

Avere un budget dettagliato per le spese, se fatto bene, è il modo più veloce per trasformare i tuoi obiettivi economici in realtà. Sarai tu a decidere ogni mese dove deve andare il tuo denaro, non per limitare la tua stessa libertà, ma per avere la libertà di spendere il tuo denaro come vuoi e riuscire comunque a risparmiare.

So benissimo, perché l’ho vissuto in prima persona, che all’inizio può essere dura, ma non lasciarti scoraggiare dalle prime difficoltà. Vedrai tu stessa i risultati che otterrai già a breve termine, e mano a mano che i mesi passeranno diventerai sempre più brava a gestire il budget. Se hai qualche dubbio lasciami un commento qui sotto o contattami in privato sulla mia pagina Facebook! Sono a tua disposizione! Ci sono app molto comode o fogli excel, ma ti consiglio comuque di partire dal cartaceo, mettere nero su bianco le cose è un modo per prendere del tempo e riflettere su quello che stai facendo, sui tuoi obiettivi e sull’impegno che ci vuoi investire.

Il budget è solo uno degli strumenti a tua disposizione per raggiungere la libertà economica. Nei prossimi post vorrei approfondire l’importanza di costituire un fondo per le emergenze e come pianificare i pasti mi abbia aiutato a tagliare in modo importante le spese alimentari.

A presto!
Alessandra

Annunci

Un pensiero riguardo “Come creare un budget efficace in poche semplici mosse

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...